fbpx
 

Dazi Usa e le due trattative in corso

Dazi Usa e le due trattative in corso

Questa settimana sarà molto importante per i prodotti Made in Italy. Gli Usa, giù impegnati in un primo tavolo di trattative con la Cina per dare avvio alla prima fase di ‘accordi’ per l’abbassamento dei dazi su alcune merci, saranno inoltre impegnati a discutere con la Ue riguardo i dazi e il pericolo di un innalzamento delle tariffe pari al 100% per una nuova lista di prodotti, tra cui molti italiani.

Ricordiamo che questi dazi nascono dalla sentenza storica della Wto riguardo la storica questione Boeing- Airbus che per penalizzare l’Europa haconcesso a Washington di imporre incrementi doganali per 7,5 miliardi di dollari di valori e di penalizzare in questo modo l’export europeo verso appunto gli Usa.

Un problema serio per i prodotti italiani che negli Usa vengono venduti per grandi volumi e sopratutto a causa di una contesa alla quale l’Italia non ha mai avuto alcun tipo di interesse dato che si tratta di un progetto francotedesco che poi ha coinvolto anche Spagna e Uk.

Oggi, 13 gennaio, inizierà la procedura di consultazione avviata dal Dipartimento del Commercio americano (Ustr) sulla nuova lista allargata di prodotti europei nel mirino che implementa quella già entrata in vigore lo scorso ottobre.

E in una nota trasmessa alla stampa parla il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini:”Con la nuova black list – sottolinea l’associazione – Trump minaccia di aumentare i dazi fino al 100% in valore e di estenderli a prodotti simbolo del Made in Italy. La nuova lista ora interessa i due terzi del valore del nostro export in Usa che è risultato pari al 4,5 miliardi in crescita del 13% nei primi nove mesi del 2019. I nuovi dazi arriverebbero a quasi tre mesi dall’entrata in vigore dei dazi aggiuntivi del 25% che hanno colpito per un valore di mezzo miliardo di euro prodotti simbolo italiani come Parmigiano Reggiano e Grana Padano, salumi, agrumi e alcuni liquori come amari e limoncello”.



CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.