fbpx
 

Accordo UE – Giappone nuove disposizioni

Accordo UE – Giappone nuove disposizioni

 

A giugno si è tenuta la prima riunione del comitato congiunto UE/Giappone al fine di verificare e monitorare i risultati del Free trade agreement entrato il vigore a febbraio di quest’anno.  Il 30 luglio l’agenzia delle dogane, ci fa sapere con una nota, le risultanze di detto incontro.

Al fine di rendere più agevoli e veloci gli scambi le parti si impegnano rispettivamente a:

  • dal primo agosto 2019 il Giappone riterrà sufficiente l’attestazione di origine indicata dagli esportatori comunitari sui documenti commerciali senza richiedere altre dichiarazioni o informazioni aggiuntive;
  • dal primo dicembre 2019 il Giappone individuerà un codice da indicare la bolletta doganale di importazione al quale collegare l’attestazione di origine dell’esportatore;
  • la Ue, dal canto suo, considererà sufficiente l’attestazione di origine data dal fornitore giapponese senza null’altro chiedere
  • la Ue accetta le dichiarazioni di origine Giappone anche se sono prive di firma e timbro
  • la Ue accetterà la dichiarazione riportante il japan corporate number

le parti hanno altresì concordato che l’attestazione di origine può essere stampata su un documento separato a condizione che i documenti commerciali lo citino o ne facciano riferimento.

Si attenderà poi il primo ottobre per ulteriori delucidazioni!

 



CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.