fbpx
 

Buon Lunedì

Telematica = l’insieme delle soluzioni tecniche e metodologiche adottate per permettere l’elaborazione a distanza di dati ovvero per far comunicare applicazioni residenti in sistemi di elaborazione remoti e collegati tra loro. Digitale = qualifica, sinonimo di numerico e in contrapposizione ad analogico, di apparecchi e dispositivi che trattano grandezze sotto forma numerica, rappresentate cioè da cifre di un adatto sistema di numerazione (in genere, decimale o binario). La tecnologia aiuta a vivere meglio. O, forse, semplicemente, la tecnologia nutre il mostro senso di modernità e il desiderio di progresso, scevro da giudizi di ordine etico. La tecnologia, in qualsivoglia forma declinata, aiuta perché è un mezzo, un ausilio, uno strumento per il conseguimento di un fine. La sfida del moderno commercio è l’internazionalizzazione, la possibilità di raggiungere chiunque in breve...

Il mercato è un luogo appartato dove gli uomini possono ingannarsi l’un l’altro. Sarà stato cinico Diogene, ma le sue parole sfidano il tempo. E gli uomini continuano a ingannarsi sui mercati, ora globali. Esportando, ad esempio. A settembre, l’Istat certifica un incremento delle esportazioni del 2,5%. Esportare è un business. In principio, era un privilegio: organizzazione, contatti, capitali. Poi, è diventata una scelta: opportunità, investimenti, diversificazione del mercato. Infine, si è trasformato in un obbligo: asfissia delle vendite nazionali, improvvisazione, avventura. Internazionalizzazione nella forma più elementare, nessuna unità produttiva nei nuovi mercati, il semplice trasferimento del prodotto da commercializzare nel nuovo mondo. Internazionalizzazione, in realtà, è altro, è un processo di investimento con l’obiettivo di conquistare progressivamente quote di mercato. Esportare è semplice, si dice. Per chi possiede un’organizzazione strutturata di vendita e logistica, può essere. Per...

Lo scenario internazionale, indefinito e liquido come mai nel passato, pone sfide quotidiane agli operatori commerciali, attori di una competizione sempre più feroce; la ricerca, l’innovazione, la flessibilità sono le chiavi del successo in un panorama economico sempre meno globalizzato e più regionale, vittima di istanze protezionistiche, ritorsioni, dazi utilizzati quali armi improprie. L’incertezza economica si è ormai dissolta nella certezza di un prolungato rallentamento economico, che colpisce le economie asiatiche e stritola le ben più fragili economie occidentali; lo spostamento dei ventri di potere economico in Asia causa una scomposta reazione USA, desiderosa di maggior protezione per la propria produzione e di maggior libertà sul mercato internazionale, tanto da soffocare qualsiasi utilità di un organismo ormai prossimo alla pensione come la WTO, aprendo inquietanti scenari...

 Galeotto fu l’EUR1   Un destino sventurato, quello dell’EUR1. Da prova principe dell’origine preferenziale a negletto documento cartaceo, pena capitale già decisa. Un vaso di terracotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro, figlio di un mondo dissolto nell’onda della telematizzazione. Strenuo sopravvive, nel magico regno dietro lo specchio del luogo approvato gode di una golosa semplificazione. O, meglio, sopravviveva. E godeva. Eh già…perché l’Agenzia delle Dogane, decisione estiva, di fine luglio, ma con effetto posticipato di sei mesi, ha cancellato la procedura di previdimazione dei certificati di circolazione, giustificata da una arzigogolata anzichenò analisi normativa. Che il Codice doganale dell’Unione, novello e fedele bravo al soldo del Signor legislatore di Bruxelles, si sia macchiato dell’assassinio della procedura di domiciliazione, è questione nota. Che l’Agenzia delle Dogane, incarnati i panni del...

«Le risorse proprie iscritte nel bilancio generale dell’Unione europea sono costituite dalle entrate provenienti da prelievi, premi, importi supplementari o compensativi, importi o elementi aggiuntivi, dazi della tariffa doganale comune e altri dazi fissati o da fissare da parte delle istituzioni delle Comunità sugli scambi con Paesi terzi, dazi doganali sui prodotti che rientrano nell’ambito di applicazione del trattato, ormai scaduto, che istituisce la Comunità europea del carbone e dell’acciaio, nonché contributi e altri dazi previsti nell’ambito dell’organizzazione comune dei mercati nel settore dello zucchero». Dazio = imposta indiretta sui consumi, di riscossione mediata, che colpisce la circolazione dei beni da uno stato all’altro; tra le tante classificazioni, ricordiamo i dazi fiscali, che mirano esclusivamente a fornire un’entrata allo stato; i dazi economici, protettivi, industriali, diretti principalmente...

 Il futuro è adesso   L’Agenzia delle Dogane prosegue nello sviluppo e nell’implementazione del sistema nazionale, con l’intenzione di anticipare l’Unione europea nella gestione informatizzata di alcuni istituti doganali; e, in ogni caso, 2022 e 2025 non sono, poi, così lontani. Così chiosavamo, qualche mese or sono. Folgorati sulla strada di Damasco da una presentazione non così sfavillante nella forma, quanto affascinante nei contenuti proiettati nel medio termine. Perché se è vero che la vita può essere capita solo all’indietro, ma va vissuta in avanti, sovente le speranze albergano nella nostra mente, ma si realizzano nelle azioni altrui. Abbiamo atteso, pazientemente. E il verbo ha parlato. Il mantra: l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, alla base della creazione della cosiddetta douane sans papier, è un elemento essenziale per garantire agevolazioni al commercio...

Partire è un po’ morire rispetto a ciò che si ama. Si parte con le valigie e si parte con il pensiero. Partono le persone, partono le aziende, Si parte per abbandonare, si parte per ritornare, si parte per sopravvivere. La italica mediocrità nell’investire su chi investe. La italica stupidità di vedere un nemico sociale in chi investe. La italica particolarità di soffocare la passione nel vuoto formalismo. Vinte dalla fame, le aziende, medie e piccole, varcano le colonne d’Ercole del provincialismo e partono alla conquista del nuovo mondo. Operazione perigliosa anzichenò. “Il successo dipende dalla preparazione precedente, e senza una tale preparazione c'è sicuramente il fallimento”; Confucio fonte inesauribile di millenaria saggezza. Internazionalizzazione. L’internazionalizzazione può essere intesa come il processo attraverso il quale le imprese investono all'estero, con l’obiettivo di conquistare progressivamente quote di mercato. Sovente, viene confusa con...

  Ci sono notizie che godono di una subitanea fortuna mediatica, al di là della loro effettiva importanza. Ci sono notizie destinate a cadere, a volte inspiegabilmente, in un vuoto silenzio, al di là della loro effettiva importanza. Medesima sorte colpisce anche provvedimenti normativi, chiarimenti amministrativi, orientamenti giurisprudenziali; a dotte e filosofiche disquisizioni dottrinali si contrappongono pagine di bianco candore. C’era una volta……la procedura di domiciliazione. Un novello Eldorado dove (quasi) tutti vivevano felici e contenti. Un istituto magico, sufficiente sfregare la lampada e si dissolvono le lunghe attese nei porti, le soste negli spazi doganali, i ritardi conseguenti alle inefficienze dell’odiata burocrazia, il giogo degli handlers dei terminals portali e degli hub aeroportuali, il dissanguamento dell’anticipo dei diritti agli spedizionieri doganali. Se “crepare di maggio ci vuole tanto, troppo coraggio”, a...

Sono lontani i tempi del romanticismo gramsciano, che vedeva nella connessione sentimentale tra governanti e popolo il segreto della buona politica. E chissà cosa penserebbe il buon Jefferson, padre dell’indipendenza statunitense, che predicava l’onestà quale arte del buon governo. Le capriole istituzionali non ci affascinano. I programmi di governo (?) un po’ di più. Nebbia e clausole di stile popolano, per scelta o per necessità è ardua sentenza, i buoni propositi del nuovo esecutivo, tra i quali leggiamo: “Una nuova strategia di crescita fondata sulla sostenibilità richiede investimenti mirati all’ammodernamento delle attuali infrastrutture e alla realizzazione di nuove infrastrutture, al fine di realizzare un sistema moderno, connesso, integrato, più sicuro, che tenga conto degli impatti sociali e ambientali delle opere”. Eh sì, le infrastrutture sono importanti; nel “Piano strategico nazionale...

CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.