fbpx
 

Novità

L'organizzazione mondiale del commercio, la cosiddetta Wto ha dato ragione a Donald Trump. Ad ottobre partiranno i dazi che penalizzeranno i prodotti importati in Usa dall'Europa. Nello specifico le importazioni di alcuni prodotti europei subiranno un dazio e rendendo per questo motivo i prodotti più costosi. Ma chi pagherà adesso questi dazi? In Italia per ora i prodotti colpiti dal 25% di dazio sono il Parmigiano Reggiano, il pecorino e il prosciutto. Quando dunque arriveranno queste merci negli Usa, la Dogana applicherà una sovrattassa che dovrà pagare chi sta acquistando questi prodotti dall'Italia. Di conseguenza sul prodotto sarà applicato un aumento nel prezzo di vendita. Il pecorino, come il Parmigiano, dunque costeranno di più. La conseguenza è dunque un aumento del prezzo sia per l'importatore sia per...

L Hard Brexit è ormai data per scontata. L'uscita della Uk dall'Unione Europea in modalità definita 'Hard' appunto è quella più plausibile, a meno che e in extremis il Parlamento, al momento chiuso, non chieda un'ulteriore proroga a Bruxelles, e che questa sia poi accettata dal parlamento dell'Unione Europea. Ma intanto come organizzare il mondo delle importazioni e esportazioni da e verso i paesi del Regno Unito? L'Agenzia dell'Entrate ha, proprio qualche giorno fa, pubblicato un manuale d'uso per gestire il recesso dall'Ue della Gran Bretagna. Lo trovate in formato pdf proprio qui . E sintetizzando i punti più importanti, il documento  dal titolo: 'Scenari economici per l'esportazione legati al recesso del Regno Unito' indica appunto le modalità doganali da utilizzare per ottimizzare tempi e gestire le entrate...

Una delle maggiori sfide affrontate dal settore logistico è il miglioramento dell’efficienza lungo tutta la supply chain che, nonostante sia uno dei maggiori simboli della globalizzazione, è caratterizzata da una forte dipendenza dalla burocrazia. Un aspetto significativo di questa burocrazia riguarda la possessione legale dei beni che coinvolge tutti gli stakeholder della catena e che richiedere spesso laboriosi e lunghi passaggi. Un container che parte da un’azienda in Cina con destino Roma passa attraverso la gestione di innumerevoli attori con conseguenti passaggi burocratici che possono risultare molto costosi in termini di denaro e tempo e che potrebbero essere significativamente ridotti implementando la tecnologia della Blockchain per il tracciamento della merce. L’uso della blockchain potrebbe permettere la creazione di un sistema nel quale le informazioni vengono registrate in...

Si chiama Codice doganale dell'Unione, CDU, ed è entrato in vigore il 1 maggio del 2016 e regolamenta in maniera univoca tutti le operazioni doganali che si svolgono in Unione Europea e fissa i principi generali su cui si concentra tutta la materia legislativa doganale comunitaria, mentre i dettagli operativi sono espressi nelle Disposizioni d'Applicazione del CDU, (DAC). Come funziona nello specifico?  Partiamo da un assioma: ogni Stato membro dell'Unione ha le sue leggi doganali prima della redazione e applicazione di quelle comunitarie. Alcune di queste leggi sono tutt'ora in vigore e non sono in contrasto con quelle comunitarie. In Italia la Legge Doganale in vigore, TULD è quella relativa alle sanzioni.  Con l'entrata in vigore del 2016 il Codice Doganale dell'Unione è in vigore con le relative...

Lo scorso 5 settembre a Roma, presso la sede dell'Agenzia delle dogane di via Caruccio si è svolto un tavolo di lavoro sui procedimenti di avvio della digitalizzazione delle accise insieme alle Confederazioni, Federazioni, associazioni di categoria e Istituzioni. Durante la giornata sono state condivide le informazioni relative all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la digitalizzazione del Documento di Accompagnamento semplificato e delle relative procedure contabili raggiungendo la dematerializzazione del registro di carico e scarico.  Durante l’incontro sono state illustrate le specifiche tecniche e le tempistiche necessarie per traguardare al 1° luglio 2020 l’avvio obbligatorio del DAS telematico, anche attraverso una sperimentazione su alcuni depositi a partire dal 1° ottobre prossimo. Il processo di digitalizzazione è fondamentale sia per la semplificazione dei processi sia per...

Un primo effetto della guerra dei dazi tra Cina e Usa si nota con il calo significativo del 1%  segnalato in Agosto del export cinese, una percentuale non prevista, rispetto a quello che era stato lo scorso anno. Un avanzo commerciale è quello che si segnala in Cina, sceso in agosto dai 34, 83 miliardi di dollari a quota 44,58 miliardi di dollari. Scendono inoltre le importazioni raggiungendo un 5,6 % su base annua. Sono gli effetti della politica di Trump, che ha inoltre importo nuovi dazi in vigore dal 1 settembre. Una guerra che coinvolge tutti i mercati anche quelli europei che producono in Cina e distribuiscono negli Usa. Pechino dunque sarà costretta a un nuovo accordo commerciale con gli Usa per evitare drastici...

La TARIC (tariffa integrata comunitaria) nazionale, è uno strumento d'informazione per gli operatori e gli uffici interessati agli scambi commerciali internazionali, contenente la raccolta delle disposizioni, degli obblighi e delle fiscalità, cui sono assoggettate le merci all'introduzione sul territorio doganale della Comunità (immissione in libera pratica o importazione nonché esportazione e scambi intracomunitari), della legislazione tariffaria e commerciale comunitaria e nazionale. I flussi di importazione ed esportazione tra i diversi Stati sono tutti contraddistinti da un sistema di classificazione che prevede l'assegnazione di un codice ad ogni tipo di merce. L'intera classificazione delle merci è composta da 21 sezioni e 99 capitoli. Ad ogni prodotto corrisponde un codice numerico di 8 cifre così suddivise: le prime tre indicano voci e sottovoci della nomenclatura del sistema armonizzato, la...

La Brexit, per dirla usando il titolo di un grande classico italiano di Gadda è davvero un 'pasticciaccio brutto' che coinvolge tutti i paesi dell'Unione Europea, i viaggiatori, le dogane, chi immigrati che lavorano li da anni. E la storia pare che non si fermerà. Arriva infatti il primo stop al governo Johnson: il Parlamento firma una legge per fermare la Brexit senza accordo e chiede un nuovo rinvio. Proprio così rimandando nuovamente la data dell'uscita definitiva e ufficiale della Uk dall'Unione Europea e sconvolgendo la linea politica dettata dal nuovo primo ministro inglese. Azioni che mandano in tilt tutti i provvedimenti in atto nelle Dogane riguardo appunto i commerci che coinvolgono le imprese di tutta europa con la Uk. Il Parlamento inglese, così riaperto, dopo la...

  Il 30 luglio sulla gazzetta ufficiale sono state pubblicate le raccomandazioni della UE alle aziende al fine di redigere un programma interno di conformità sul materiale potenzialmente dual use. L’UE si è espressa sensibilizzando le aziende a fare un controllo puntuale e mirato su tutti i prodotti oggetto del proprio business siano essi frutto di operazioni di rivendita e siano essi studiati e progettati internamente inerentemente alla tematica dual use evidenziando processi e procedure atte a sensibilizzare dipendenti, fornitori e clienti su un tema delicato e con risvolti sanzionatori importanti. Ogni azienda pertanto dovrebbe, magari rivolgendosi a consulenti doganali specializzati, effettuare: una mappatura dei propri prodotti individuando la classificazione potenziale ove possano ricadere, prestando particolare attenzione ai componenti, ai pezzi di ricambio nonché alla classificazione dei software...

  A giugno si è tenuta la prima riunione del comitato congiunto UE/Giappone al fine di verificare e monitorare i risultati del Free trade agreement entrato il vigore a febbraio di quest’anno.  Il 30 luglio l’agenzia delle dogane, ci fa sapere con una nota, le risultanze di detto incontro. Al fine di rendere più agevoli e veloci gli scambi le parti si impegnano rispettivamente a: dal primo agosto 2019 il Giappone riterrà sufficiente l’attestazione di origine indicata dagli esportatori comunitari sui documenti commerciali senza richiedere altre dichiarazioni o informazioni aggiuntive; dal primo dicembre 2019 il Giappone individuerà un codice da indicare la bolletta doganale di importazione al quale collegare l’attestazione di origine dell’esportatore; la Ue, dal canto suo, considererà sufficiente l’attestazione di origine data dal fornitore giapponese...

CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.