fbpx
 

Approfondimenti

Brexit. Un mantra. Ripetuto ossessivamente, scritto, letto, recitato. Da improvvisati speaker, apprendisti stregoni, professionisti competenti. Brexit, il male (poco) oscuro, la grande occasione, il Satana occidentale. No deal, un fantasma che non aleggia più, bensì abita i palazzi del potere. E i palazzi del potere lo illustrano, in primis Palazzo Berlaymont, rue de la Loi, Bruxelles, edificio trionfo del vetro dove siedono i servizi della Commissione europea. Molti, in realtà, suggeriscono e consigliano, predicano attenzione e prodigano rimedi, ma la parola dei tutori degli interessi europei è legge. O dovrebbe esserlo. Leggiamo insieme “Come prepararsi alla Brexit - Guida doganale per le imprese”, ultimo pamphlet e capitolo forse conclusivo di un percorso informativo che segue le migliaia di parole scolpite online negli ultimi mesi. Un breve summary delle conseguenze della Brexit e il suggerimento di...

Sono ore di tensione queste per il governo di Theresa May. La Brexit si fa sempre più vicina e nessun accordo sembra essere stato preso, né per prolungare la data di uscita definitiva dalla Ue e né per renderla meno impattante per i mercati, commerci, trasporti e per le persone stesse. Non solo, ma aumentano le tensioni tra lo stesso governo, i partiti che lo compongono, l'opposizione che reclama a gran voce un nuovo referendum che possa ribaltare le cose. E tensioni anche tra i confini con l'Irlanda del Nord. Una situazione che non sembra trovare soluzione e la data del 29 marzo che sancisce, per il momento, l'uscita ufficiale della Uk dall'Ue è l'unica fatto certo.   Brexit sost. (neologismo linguistico). Il referendum con cui la...

“I soldi non possono comprare la felicità, ma preferisco piangere in una Jaguar che su un autobus”. Così chiosava Françoise Sagan, interpretando, probabilmente, il pensiero dei più. L’auto non più e non solo come mezzo di trasporto, sempre utile, sovente necessario, bensì ormai come status symbol, sirena il cui canto affascina schiere di audaci marinai. Tecnologie sempre più avanzate e forme pubblicitarie sempre più innovative a coccolare i desiderata popolari. A dire il vero, i dati UNRAE relativi alle immatricolazioni di gennaio testimoniano un amore un po’ freddino: -4,6% nel vecchio continente, -7,5% sul suolo patrio; con il gruppo FCA che segna -14,9% in Europa e il marchio Fiat immobilizzato da un gelido -29,1% in Italia. Ma tant’è.   La passione per i motori è radicata tanto nel volgo, quanto, per ragioni...

E'stato firmato ieri un nuovo accordo commerciale tra UE e Singapore che darà lo stop entro cinque anni a tutte le tariffe doganali.L’accordo eliminerà virtualmente tutte le tariffe doganali tra le due parti entro cinque anni, consentendo il libero scambio di servizi, inclusi i servizi bancari al dettaglio, proteggendo i prodotti europei unici e aprendo il mercato degli appalti di Singapore alle imprese dell'UE che operano, ad esempio, nel settore ferroviario.L'approvazione arriva con la conferma del Parlamento Europeo che dà inizio all'accordo di partenariato e di cooperazione tra Ue e Singapore. Un accordo che stimolerà e rafforzerà la presenza dell'Unione Europea nel sud est asiatico. Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato: "L'approvazione dell'accordo commerciale e dell'accordo sugli investimenti tra UE e Singapore da parte...

Economie circolari. Cosa intendiamo con questa definizione? Si tratta di un sistema economico che si contrappone al precedente ed è pensato per potersi rigenerare da solo. In che modo? Creando un nuovo valore intorno a materiali prima di scarto o di rifiuto:  ma di rendere funzionale e utile qualcosa che prima veniva automaticamente gettata e mai riutilizzata. Si tratta di un sistema economico che si auto rigenera puntando su due flussi biologici: quello del recupero e quello del riuso teorizzato dalla Ellen McArthur da cui prende il nome anche una fondazione, la quale teorizza che in un'economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.   L'economie circolari si oppongono quindi alle...

L’Italia è un Paese di santi, poeti e navigatori. Ma anche di litiganti. Le aule dei tribunali civili sono palcoscenici dove quotidianamente parti e difensori recitano a soggetto, persi tra montagne di fascicoli che scompaiono come nemmeno David Copperfield. E la giustizia tributaria non sta certamente meglio. I dati consuntivati dalla Direzione della Giustizia Tributaria nella relazione annuale 2017 sul contenzioso, diffusa lo scorso anno, testimoniano di 148.516 ricorsi presentati in Commissione tributaria provinciale e di 62.999 appelli diretti alle Commissione tributarie regionali. L’Agenzia delle Dogane partecipa in misura limitata a questo festival dell’atto giudiziario, l’1,40% pari a 2.080 ricorsi in CTP, l’1’92% pari a 1.280 appelli in CTR. Nonostante, negli ultimi anni, il legislatore abbia versato molto sudore nello studio di misure deflattive del contenzioso, in grado di dare un...

L’Agenzia delle Dogane, con circolare 22 gennaio 2019, n. 1, ha diramato le istruzioni e le modalità operative per l’applicazione dell’Economic Partnership Agreement UE/Giappone, in vigore dal prossimo 1° febbraio. In relazione alla prova dell’origine preferenziale, l’Agenzia ha stabilito quanto segue: esportazione dall’Italia verso il Giappone: la dichiarazione di origine resa dall’esportatore italiano è costituita dal numero REX attribuito al soggetto esportatore dalla dogana stessa. Chi è già in possesso del numero REX (fino ad oggi applicato per gli scambi con il Canada e con i Paesi SPG), potrà utilizzarlo anche nei rapporti commerciali con il Giappone; chi non ne è in possesso, dovrà iscriversi al sistema REX, al fine di ottenere il relativo codice identificativo. Il codice deve essere riportato sulle fatture o sulla documentazione...

Novembre 2018 si chiude con due percentuali negative che riguardano il flusso commerciale delle esportazioni e delle importazioni. Si segnala infatti un -2,2% per le importazioni e un -0.4% per le esportazioni. Un calo, il primo, più profondo fa riferimento ad un crollo delle vendite verso i mercati della Ue, anche qui la percentuale è -1,3% che si contrappone invece all'area extra europea che invece registra una crescita, seppure minima con un +0,6%. Da settembre a novembre 2018, rispetto al trimestre precedente, si segnala una diminuzione per le esportazioni con un -0,5% e un aumento per le importazioni +1,0%. Anche questo dato è significativo e si riferisce appunto agli acquisti provenienti dai paesi extra Ue che segnano un +10.1% e che incidono notevolmente sul +3,4% per le...

Fatturazione elettronica? Tutto bloccato ma per l'Agenzia delle Entrate va tutto bene. L'obbligo della fatturazione elettronica entrato in vigore il 1 gennaio del 2019 sta provocando non pochi disagi per tutti coloro i quali si collegano sul sito per poter emettere la fattura. Dal primo giorno del nuovo anno, si è infatti dato inizio a tutti gli scambi tra B2B e imprese. Un modo per poter contenere l'evasione fiscale e per un attivare un maggiore controllo. Ma ad oggi il sistema che permette la fatturazione elettronica non sta funzionando come dovrebbe, anche se dall'Agenzia arrivano rassicurazioni. I primi a segnalare del malfunzionamenti, in una nota sono l'Associazione nazionale commercialisti: "Oltre alla piattaforma dell’Agenzia delle Entrate, si sono rilevati problemi anche nei sistemi di invio gestiti da privati". Proprio così,...

CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.