fbpx
 

Notizie

Lo scorso 5 settembre a Roma, presso la sede dell'Agenzia delle dogane di via Caruccio si è svolto un tavolo di lavoro sui procedimenti di avvio della digitalizzazione delle accise insieme alle Confederazioni, Federazioni, associazioni di categoria e Istituzioni. Durante la giornata sono state condivide le informazioni relative all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la digitalizzazione del Documento di Accompagnamento semplificato e delle relative procedure contabili raggiungendo la dematerializzazione del registro di carico e scarico.  Durante l’incontro sono state illustrate le specifiche tecniche e le tempistiche necessarie per traguardare al 1° luglio 2020 l’avvio obbligatorio del DAS telematico, anche attraverso una sperimentazione su alcuni depositi a partire dal 1° ottobre prossimo. Il processo di digitalizzazione è fondamentale sia per la semplificazione dei processi sia per...

La Brexit, per dirla usando il titolo di un grande classico italiano di Gadda è davvero un 'pasticciaccio brutto' che coinvolge tutti i paesi dell'Unione Europea, i viaggiatori, le dogane, chi immigrati che lavorano li da anni. E la storia pare che non si fermerà. Arriva infatti il primo stop al governo Johnson: il Parlamento firma una legge per fermare la Brexit senza accordo e chiede un nuovo rinvio. Proprio così rimandando nuovamente la data dell'uscita definitiva e ufficiale della Uk dall'Unione Europea e sconvolgendo la linea politica dettata dal nuovo primo ministro inglese. Azioni che mandano in tilt tutti i provvedimenti in atto nelle Dogane riguardo appunto i commerci che coinvolgono le imprese di tutta europa con la Uk. Il Parlamento inglese, così riaperto, dopo la...

  Il 30 luglio sulla gazzetta ufficiale sono state pubblicate le raccomandazioni della UE alle aziende al fine di redigere un programma interno di conformità sul materiale potenzialmente dual use. L’UE si è espressa sensibilizzando le aziende a fare un controllo puntuale e mirato su tutti i prodotti oggetto del proprio business siano essi frutto di operazioni di rivendita e siano essi studiati e progettati internamente inerentemente alla tematica dual use evidenziando processi e procedure atte a sensibilizzare dipendenti, fornitori e clienti su un tema delicato e con risvolti sanzionatori importanti. Ogni azienda pertanto dovrebbe, magari rivolgendosi a consulenti doganali specializzati, effettuare: una mappatura dei propri prodotti individuando la classificazione potenziale ove possano ricadere, prestando particolare attenzione ai componenti, ai pezzi di ricambio nonché alla classificazione dei software...

  A giugno si è tenuta la prima riunione del comitato congiunto UE/Giappone al fine di verificare e monitorare i risultati del Free trade agreement entrato il vigore a febbraio di quest’anno.  Il 30 luglio l’agenzia delle dogane, ci fa sapere con una nota, le risultanze di detto incontro. Al fine di rendere più agevoli e veloci gli scambi le parti si impegnano rispettivamente a: dal primo agosto 2019 il Giappone riterrà sufficiente l’attestazione di origine indicata dagli esportatori comunitari sui documenti commerciali senza richiedere altre dichiarazioni o informazioni aggiuntive; dal primo dicembre 2019 il Giappone individuerà un codice da indicare la bolletta doganale di importazione al quale collegare l’attestazione di origine dell’esportatore; la Ue, dal canto suo, considererà sufficiente l’attestazione di origine data dal fornitore giapponese...

Tra interpelli delle Entrate e tra circolari e note delle Dogane forse è il caso, laddove possibile, di fare un punto sulle provviste e dotazioni di bordo. Le navi, se destinate alla navigazione in alto mare, ovvero oltre le 12 miglia marine, si considerano esportate non appena varate, e con esse tutto il materiale ivi contenuto, banalmente l’allestimento e la cambusa. Ogni qual volta la nave necessiti di un rifornimento di beni primari e non, come ogni società è tenuta ad acquistarli. Le società fornitrici della nave, ai sensi dell’art 8 bis del DPR 633/72 emettono fattura non imponibile Iva in quanto la merce è destinata ad essere messa a bordo di una nave esportata e quindi “estera”. Considerato che a bordo di una nave ci va ogni tipo...

La Cina è tra i maggiori importatori ed esportatori con la UE ed è per questo motivo che bisogna mantenere alta l'attenzione sui beni che si intendono spostare da e verso questo Stato. La strategia doganale diventa motore pulsante di ogni azienda che intende iniziare a pianificare dei business con la Cina. Sapere come e in che modo evitare di avere problemi di dazi o giacenze, e capire verso quali Dogane, dove sono stati avviati dei progetti sperimentali, è più vantaggioso far arrivare le merci. Dal 2017 le dogane cinesi hanno avviato una serie di progetti sperimentali, per aumentare l'efficienza delle procedure doganali, in modo tale da ridurre sia i costi che i tempi. Analogamente  a quanto avviene nei magazzini doganali con l’istituzione nel 2013 delle Free Trade Zone...

Buone notizie per i flussi di commercio verso l'estero. Le esportazioni sono aumentate nel mese di Aprile 2019 sforando tutte le previsioni. Siamo a 12,6 miliardi di euro, il 12,5% in più rispetto allo stesso mese del 2018. Lo mette in evidenza il rapporto mensile della Commissione europea sul commercio agroalimentare. Le spedizioni di derrate e alimenti europei hanno raggiunto i 141,1 miliardi di euro sull'anno (+2,9% rispetto al periodo aprile 2017-aprile 2018) e le importazioni 118,1 miliardi (+1,9%). Liquori, vino, pasta e paste alimentari sono i prodotti Ue che trainano di più le esportazioni, con i guadagni maggiori per alimenti e bevande europee in destinazioni come Cina, Giappone, Canada, Russia e Usa. Gli Stati Uniti, insieme a Brasile, Ucraina e Cina, sono invece i principali fornitori dell'Ue....

Cos'è l'origine preferenziale e perché in dogana è così importante? Per origine preferenziale si intende uno status della merce ed è grazie a questo status che viene attribuito a quel prodotto il diritto al trattamento tariffario preferenziale.. Si tratta di un dazio ridotto o un'esenzione dal dazio in base ad accordi specifici di libero scambio siglati tra i paesi, o gruppi di paesi, di esportazione o importazione. Questi accordi, come il Jefta per esempio, siglato tra Ue e Giappone, prevedono delle esenzioni daziarie o tariffe ridotte in base a determinati criteri. Molto spesso gli accordi di partenariato hanno come scopo quello di premiare alcune merci prodotte all'interno dei paesi aderenti al protocollo e in base a tali accordi che sono specificati attraverso determinati elenchi dei criteri specifici per determinare...

La spirulina è una super proteina ed è estratta da un alga verde e blu. Sul mercato globale è considerata come un prodotto del tutto nuovo ed è classificato in Dogana come commestibile. La spirulina  cresce sia in acqua salata che in acqua dolce e studi recenti hanno dimostrato che rappresenta uno tra i prodotti alimentari più nutrienti che esistano. Non a caso secondo le stime e previsioni del CAGR  vedrà un incremento annuale del 8,9% entro il 2024. E' senza dubbio il cibo del 'Futuro'. La si trova in vari formati: in polvere essiccata, pillole e capsule e vengono principalmente utilizzate come integratori nutrizionali. Per le grandi proprietà proteiche e antiossidanti è scelta soprattutto da sportivi e organizzazioni sportive di tipo agonistico. La Nasa l'ha inserito come...

Una notizia che ha entusiasmato i distributori di abbigliamento tessile dei paesi europei è quella relativa all'accordo di libero scambio tra i paesi dei Mercosur e la Ue. Una trattativa lunga vent'anni e che finalmente è arrivata ad una svolta che disciplina lo scambio commerciale tra i paesi del Sud America e l'Unione Europea. In un comunicato si legge la dichiarazione del presidente del comitato promozione e internazionalizzazione di SMI, Stefano Festa Marzotto  “Finalmente la chiusura di questo accordo semplifica le relazioni commerciali tra l’Italia e i mercati sudamericani, che hanno sempre manifestato particolare interesse nei confronti della nostra moda e del nostro lifestyle”. E tra questi stati è proprio il Brasile quello più sensibile e attento al sistema Fashion italiano che da anni è desideroso di accedere...

CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.