Comprare una merce dall’estero o venderla implica il pagamento delle tasse doganali, sia che si tratti di un grande o di un piccolo importatore. Ma come si calcolano le tasse doganali?

La risposta giusta dipende dal dove le merci arrivano, da dove sono state prodotte e verso appunto sono dirette.

Si applica dazio per tutti quei prodotti che sono acquistati o venduti in paesi che non fanno parte della Comunità Economica Europea, ovvero CEE, o in base a determinati accordi e intese commerciali.

Ma quando, come e in che tempi si deve versare il pagamento in dogana?

Gli importi da pagare variano in base ai prodotti e a due valori:

  1. il valore del prodotto importato
  2. il tipo di prodotto importato.

La tassa doganale sarà così calcolata: sulla base del valore prodotto con una percentuale da applicare che varia in base alla tipologia di prodotto che viene elencata e categorizzata nelle tabelle doganali sul portale Aidaonline.

Nelle spedizioni con destinazione l’Unione Europea il dazio corrisponde alla Tariffa Integrata Comunitaria (TARIC) che viene calcolata in percentuale secondo le tabelle merceologiche introdotte dal Reg. (CEE) n. 2658/87 alla prima dogana di ingresso nell’Unione. L’importo del dazio (TARIC) è consultabile sul sito dell’Agenzia delle Dogane in Italia.

Per invece le merci che dall’Italia vengono esportate all’estero

Leave a Reply