29 dicembre 2020: il Consiglio europeo adotta, mediante procedura scritta, la decisione sulla firma del Trade & Cooperation Agreement UE-Regno Unito e sulla sua applicazione provvisoria a partire dal 1° gennaio 2021.

30 dicembre 2020: il Presidente della Commissione UE, Ursula Von der Leyen e il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel sottoscrivono il Trade & Cooperation Agreement.

30 dicembre 2020: la Camera dei Comuni di Westminster, con 521 voti a favore e 73 contrari, approva ufficialmente il Trade & Cooperation Agreement.

31 dicembre 2020: pubblica<zione nella gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del testo del Trade & Cooperation Agreement.

1° gennaio 2021, ore 0:00: il Regno Unito, oltre che politicamente, abbandona l’Unione europea anche economicamente e doganalmente. Il divorzio consensuale è storia; le condizioni del divorzio, ora approvate da entrambe le parti, sono allo studio di tutti gli “esperti” comunitari e britannici. Per il pomposo Boris Johnson si apre un nuovo capitolo della storia della Gran Bretagna; per il Presidente della Commissione UE “è ora di lasciarci Brexit alle spalle, il nostro futuro si fa in Europa” noi, più modestamente, diciamo: ripensiamo il mercato britannico, cerchiamo e cogliamo le opportunità possibili.

Prossimi passi?

Applicazione provvisoria del Trade & Cooperation Agreement dal 1° gennaio 2021; approvazione del testo da parte del Parlamento europea; adozione, da parte del Consiglio europeo, della decisione sulla conclusione dell’Agreement, conclusione di tutte le formalità previste per la sua entrata in vigore definitiva.

Ne parliamo il prossimo anno.

Leave a Reply