Con l’adeguamento dell’accordo del 25 giugno 2009 tra la Svizzera e l’UE sulla facilitazione dei controlli e delle formalità nel trasporto delle merci e sulle misure doganali di sicurezza (ZESA) viene aumentata la sicurezza nel traffico internazionale delle merci e portata avanti la digitalizzazione dei processi doganali. Inoltre si garantisce che il livello di sicurezza tra la Svizzera e l’UE rimanga invariato e che le agevolazioni nel traffico delle merci tra la Svizzera e l’UE possano continuare ad essere applicate.

L’implementazione dell’ICS2 da parte dell’Amministrazione federale delle dogane si inserisce nell’ambito del programma di digitalizzazione e trasformazione DaziT. La prima tappa dell’ICS2 è attualmente in fase di introduzione nel settore del traffico postale.

Sulla base del ZESA, la Svizzera e l’UE formano uno spazio di sicurezza doganale comune. In questo settore di sicurezza, le parti applicano norme di sicurezza equivalenti e rinunciano alle misure di sicurezza corrispondenti che si applicano ai paesi terzi.

Le parti hanno convenuto un adeguamento del capitolo III e degli allegati I e II dell’accordo ZESA.

La relativa decisione del 12 marzo 2021 del comitato misto è applicata provvisoriamente dal 15 marzo, con riserva di ratificazione.

Leave a Reply