fbpx
 

Trump sorprende tutti e firma a favore di Hong Kong

Trump sorprende tutti e firma a favore di Hong Kong

Succede che Donald Trump, rimasto abbastanza silente riguardo la manifestazione per la democrazia che va avanti nella città cinese da oltre cinque mesi, ha sorpreso tutti firmando a favore dei manifestanti il Democracy Act, in un momento molto delicato dato le trattative in corso per l’annullamento graduale dei dazi tra Cina e Usa che coincide anche con l’inizio della campagna elettorale presidenziale.

Un’azione che ha una motivazione molto profonda per il presidente degli Stati Uniti che ha spiegato come la sua firma sia dettata dalla speranza che i leader di Cina e Hong Kong possano risolvere ‘amichevolmente’ le loro differenze e portare avanti azioni e decisioni di pace.

Una mossa che nei fatti però non è piaciuta per niente al Governo di Pechino che ha  espresso il proprio rammarico sostenendo che in questo modo si trasmette un messaggio sbagliato ai manifestanti. La firma di Trump rientra in un procedimento molto più lungo di quello che può sembrare e che ha avuto inizio lo scorso giugno con un procedimento legislativo nel quale si dichiara che Hong Kong fa parte della Cina ma ha un sistema giuridico ed economico separato. Con questo importante decreto legislativo, inoltre, gli Usa avvieranno una serie di azioni volte a monitorare la città e valutare se effettivamente la Cina ha violato le liberà civile e lo stato di diritto di Hong Kong oltre a focalizzare il testo su un punto fondamentale che definisce, ancora una volta, lo status commerciale della città diverso rispetto a Pechino. Proprio per questo motivo la città non è soggetto a sanzioni daziare da parte degli Usa.  Ad ogni azione corrisponde una reazione ed è quello che Pechino ha dichiarato appunto dopo la firma sottolineando che saranno appunto gli Stati Uniti a rispondere alle relative conseguenze di tale azioni.

Ma come rispondono i mercati di fronte alle nuove direttive di Trump?

La borsa di Hong Kong dopo due giorni dai successi della quotazione di Alibaba si è aperta con un brusco calo. Che non sia questa la risposta alla volontà di Pechino di creare azioni sinergiche per rendere le borse asiatiche più attrattive rispetto a Wall Street?

 



CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.