fbpx
 

Vietnam: la scheda tecnica e i dazi in Dogana

Vietnam: la scheda tecnica e i dazi in Dogana

Il Vietnam è tra i paesi asiatici che sta crescendo in termini non solo di Pil ma anche di ‘interesse’ da parte di investitori esteri. E sempre più un’apprezzata meta turistica e la popolazione è in crescita. Si tratta di un’economia emergente, tra le più floride del mondo: i mercati e i consumi sono in picco dati anche dalla crescita della domanda interna. Anche l’export è un dato in crescita, la popolazione è infatti attratta da prodotti esteri, soprattutto occidentali, e come negli altri paesi dell’Asia, il made in Italy continua ad essere apprezzato e ricercato soprattutto per il valore di qualità e garanzia che gli viene attribuito.

L’economia in crescita viene anche sostenuta dal governo che ha avviato una serie di programmi che sono volti a favorire gli investimenti esteri. Manovre vincenti dato i redditi in crescita e l’inflazione in calo. Fattori che rendono il Vietnam uno tra i paesi più interessanti per le economie occidentali.

Infine, ma non meno importate è la geografia di questo paese, ricco di risorse naturali e paesaggistiche di notevole bellezza e di prodotti agricoli di qualità. Inoltre il Vietnam fa parte dell’ASEAN, dal 1955 e dal 2015 il commercio è libero tra i paesi membri: Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia, Brunei, Vietnam, Laos, Birmania e Cambogia. Inoltre il Vietnam ha siglato accordi di libero scambio commerciale con i paesi dell’area sud asiatica: Cina, Giappone, Corea, India, Australia e Nuova Zelanda. Ed ecco i dati in breve:

 

Ma come e quali procedure sono previste per import e l’export dalla dogana vietnamita?

Ecco le principali regole di imposte e dazi in dogana, al di là dei trattati di libero scambio e commercio con la UE.

Beni soggetti ad esenzione fiscale

Alcuni prodotti importati o esportati non sono oggetti a tassazione, ad eccezione di:

  1. I prodotti temporaneamente che vengono importati per la ri-esportazione o temporaneamente esportati per la re-importazione;
  2. I prodotti importanti per la lavorazione, conto terzi stranieri e di fatto esportati, o quei prodotti esportati in Paesi esteri per la lavorazione e  manifattura a favore di società vietnamite e quindi successivamente re-importati nel paese secondo appunto quanto stabilito dalla lavorazione
  3. La merce importata per la creazione di beni di tipo patrimoniale in ambito di progetti che sono beneficiari di incentivi o investimenti e finanziati da fonti per l’assistenza allo sviluppo (Official Development Assistance – ODA)
  4. Prodotti importati per la lavorazione del petrolio.
  5. Merce importata per essere usata in attività diretta di ricerca scientifica o tecnologica.

 

Dazi doganali sulle importazioni ed esportazioni

  • La merce importata o esportata da o verso il Vietnam, o che passa dal mercato domestico a zone non tariffarie, è soggetta a dazi doganali in entrata o in uscita.

Eccetto: i beni in transito, i beni esportati all’estero in partenza da zone non tariffarie, i beni importati da Paesi stranieri in zone non tariffarie per uso esclusivo in tali zone, e i beni di passaggio tra zone non tariffarie.

  • La maggior parte di beni e servizi esportati non sono soggetti a dazi. I dazi sulle esportazioni (variabili tra lo 0% e il 45% e computati a prezzo FOB) sono imposti a pochi prodotti, prevalentemente risorse naturali quali minerali, prodotti forestali e rottami metallici.
  • I beni di consumo e beni di lusso sono soggetti a dazi, anche piuttosto alti. Beneficiano di dazi di importazione più bassi, o dello 0%, invece le attrezzature o macchinari per la manifattura, produzione, nel particolare quelli non prodotti nel mercato domestico. I dazi sulle importazioni di beni includono anche dazi preferenziali, dazi preferenziali speciali o dazi standard a seconda dell’origine dei beni.

Le dichiarazioni dei dazi sulle merci importante o esportate sono richieste al momento della registrazione delle dichiarazione presso l’ufficio doganale e devono essere pagati entro 30 giorni da tale dichiarazione (registrata). Per i prodotti importati, invece, il processo di pagamento dei dazi deve essere espletato prima della ricezione dei beni.

 

Importazioni


Il Vietnam impone una tassa su quasi ogni genere di prodotto importato nel Paese. L’aliquota della tassa sulle importazioni dipende dal tipo di prodotto;

per esempio i beni di consumo e gli articoli di lusso sono soggetti ad aliquote più alte mentre i macchinari, le attrezzature e le materie prime possono avere aliquote più basse e beneficiare di esenzioni.

Le importazioni sono soggette a IVA e, per alcuni prodotti, all’imposta sui consumi (SCT – Special ConsumptionTax).

Le tasse applicate ai beni importati comprendono aliquote preferenziali, aliquote preferenziali speciali e aliquote ordinarie:

  • Le aliquote preferenziali vengono applicate a prodotti provenienti da Paesi, gruppi di Paesi o territori che concedono il trattamento nazionale più favorevole nelle loro relazioni commerciali con il Vietnam.
  • Le aliquote preferenziali speciali vengono applicate a prodotti provenienti da Paesi, gruppi di Paesi o territori che concedono al Vietnam preferenze speciali sulle tasse di importazione. Attualmente questo si applica alle nazioni ASEAN che godono di tariffe preferenziali comuni (CEPT).
  • Le aliquote ordinarie vengono applicate a prodotti provenienti da Paesi, gruppi di Paesi o territori che non concedono al Vietnam preferenze speciali sulle tasse di importazione. Le aliquote ordinarie non supereranno il 70% delle aliquote preferenziali specificate dal governo.

Le aliquote IVA vanno da 0 a 10% (aliquota applicata maggiormente). Informazioni dettagliate alla Circolare No. 83/2014/TT-BTC.

 

Esportazione 

Solo alcune materie prime sono soggette alle tasse all’esportazione. Tali tasse presentano aliquote che vanno dallo 0 al 45%. Molti prodotti sono soggetti anche all’IVA.

La Legge sull’Imposta sui Consumi (SCT) prevede inoltre che gli esportatori che acquistano beni per l’esportazione soggetti alla SCT, ma che invece li rivendono sul mercato interno, sono soggetti a SCT.

Le aliquote delle tasse all’esportazione applicabili ai beni esportati sono specificate per ogni articolo nel Tariffario per l’Export.

Per il 2017, la specifica può essere reperita sul Decreto 122/2016/ ND-CP. In caso di aggiornamenti rispetto a tali aliquote, il Ministero delle Finanze emetterà nuove circolari che sostituiranno o integreranno quelle precedenti. L’IVA sui beni destinati all’esportazione è dello 0%.

Calcolo delle Imposte

L’ammontare delle tasse dovute per le attività di import-export è uguale al volume unitario di ogni articolo effettivamente importato/esportato. I beni vengono iscritti nelle dichiarazioni doganali e vengono moltiplicati per il prezzo di calcolo dell’imposta e per l’aliquota riferita ad ogni articolo, come specificato nel tariffario nel momento del calcolo dell’imposta.

I metodi di calcolo delle imposte sono specificati di seguito:

  • Imposta dovuta = volume unitario di ogni articolo effettivamente importato/esportato x prezzo di calcolo delle imposte x aliquota relativa ad ogni articolo al momento del calcolo.
  • Per beni soggetti a regime d’imposta ordinario: Imposta dovuta = volume unitario di ogni articolo effettivamente importato/esportato xaliquota d’imposta assoluta prevista per una unità di quel prodotto al momento del calcolo dell’imposta.

Dogana per turisti e viaggiatori

La legge vietnamita pone restrizioni all’esportazione di antichità e gli oggetti acquistati possono essere sequestrati al momento della partenza. Per tali tipologie di beni occorre richiedere un’apposita autorizzazione al Ministero della Cultura vietnamita.

E’ vietata l’importazione di qualsiasi tipo di arma o parte di essa e di relative munizioni.



CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.