fbpx
 

 Welcome back! Buon lunedì di Paolo Massari

 Welcome back! Buon lunedì di Paolo Massari

 Welcome back!

 

Si brinda sulle spiagge all’ultimo tramonto agostano, il sole che nuota nell’acqua tiepida del crepuscolo inonda di rosso l’orizzonte fisico e i buoni propositi per l’inverno.

Si affretta il passo sui sentieri in quota, incoraggiati da un’aria fine, gli occhi annegati nel verde, lo sguardo oltre le vette a disegnare un domani sperato.

E ancora sui laghi, sui fiumi, in campagna, in collina, la malinconia ad accompagnare il pensiero di una vita nuovamente normale, mentre si corre fermi in autostrada, le code, l’ufficio, la scuola, i colori fiammanti dell’autunno a dissolversi nel grigio cinereo di novembre.

Scorrono veloci gli ultimi attimi fuggenti di questa estate calante, un’estate che ci ha regalato immagini da proiettare nel futuro prossimo.

La crisi di governo italiana più sconclusionata della storia, ad esempio.

Lo sfregio alla democrazia di zar Boris, pronto a sfidare le ire, politicamente trasversali, dei figli di Albione, nel nome di Brexit ad ogni costo.

Le sempre esilaranti esternazioni di Mr. President (“Giuseppi”, ad maiora semper), ossessionato sì dal Dragone, ma in perenne guerra con l’intero globo terracqueo.

Le mire egemoniche di Napoleone Macron, pronto, nella deliziosa Biarritz, a gridare al cielo “L’Europe c’est moi!”, al cospetto di una sig.ra Merkel e di una Germania in temporanee (?) ambasce.

Una foresta, che non sarà più il polmone del mondo, ma è, pur sempre, uno scrigno di inestimabili tesori, arsa viva dalla stupidità politica.

Frammenti di varia umanità.

E pillole di saggezza (?!?) doganale.

L’illustrazione delle novità in tema di origine preferenziale nell’ambito dell’EFTA UE-Giappone; le nuove linee guida EORI; l’abolizione della previdimazione dei certificati di circolazione e la possibilità gentilmente offerta ai brokers doganali e alle case di spedizione di attestare direttamente l’origine preferenziale in luogo dei loro clienti; le regole di estrazione dei beni dal deposito Iva in presenza id fatturazione elettronica; e altre amenità di minor interesse.

E l’Agenzia delle Entrate? Vogliamo dimenticarla? Provviste di bordo, prova dell’avvenuto imbarco, prova dell’avvenuta esportazione, una dichiarazione doganale che, come nel gioco delle tre carte, nelle mani di un abile prestidigitatore appare e scompare senza, al momento, concerto alcuno con l’amata dogana.

“Settembre è lontano”, scrivevamo nell’arrivederci di luglio.

Ora è arrivato, con la nostalgica frenesia che contraddistingue ogni rientro.

Noi abbiamo vigilato e studiato; per formarvi e informarvi.

Welcome home!



CONTATTI

Acconsento al trattamento dei dati personali.