News

Rimborsi per le stampanti 3D – variazione Taric

By 6 Giugno 2022No Comments

Nel Sistema Armonizzato (SA) 2022 è stata creata una sottovoce 4421 20 00 distinta per le «bare». Nella Nomenclatura Combinata 2021 le «bare di pannelli di fibre» erano classificate nel codice NC 4421 99 10 con un’aliquota del dazio doganale del 4 %, mentre le «bare di altre materie» erano classificate nel codice NC 4421 99 91 con esenzione dal dazio doganale. A seguito delle modifiche del SA 2022, nella NC 2022 le «bare di pannelli di fibre» sono state trasferite nel nuovo codice NC 4421 20 00 con esenzione dal dazio doganale.

Anche alla voce 8485, per le stampanti 3D è toccato lo stesso destino.

La creazione della voce 8485 ha comportato il trasferimento di tali macchine da sottovoci diverse della NC 2021 la creazione di codici NC specifici al fine di concedere lo stesso trattamento tariffario previsto dalla NC 2021.

Nella classifica 2021 tali stampanti erano classificate nella sottovoce 8474 80 90 «altri», con esenzione dal dazio doganale. A seguito delle modifiche del SA 2022, tali prodotti sono classificati nella nuova sottovoce 8485 80 00 con un’aliquota del dazio doganale dell’1,7 % e per continuare a concedere lo stesso trattamento tariffario del 2021 è necessario modificare la nomenclatura prevedendo una suddivisione separata con esenzione dal dazio.

Pertanto, con il Reg. UE 2022/859 è stato modificato il reg. UE 2658/87 suddividendo le voci come sopra esposto.

La variazione si applica retroattivamente al 1o gennaio 2022.

Si invitano i lettori che hanno importato stampanti 3d e loro pari a chiedere i rimborsi.

Leave a Reply