Il 28 gennaio 2022, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato la determinazione direttoriale, prot. 39493/RU sul SUDOCO.

Finalmente dopo molti anni si può iniziare a rendere concreta l’interoperabilità tra pubbliche amministrazioni a beneficio dell’operatore economico.

Il Sudoco dovrebbe garantire l’economicità dei processi e la velocità dell’espletamento delle formalità doganali.

Il condizionale, purtroppo, è d’obbligo poiché sono state pubblicate le specifiche tecniche ma nessun modus operandi concreto.

L’architettura generale del sistema SUCODO è formata:

– da una Componente di interfaccia unica per gli operatori economici,

– da una Componente di interoperabilità tra le amministrazioni e

– da una Componente di comunicazione e coordinamento operativo delle ispezioni sulle merci

Attraverso il portale SUDOCO gli operatori economici potranno monitorare in tempo reale il ciclo di vita dell’operazione doganale e conoscere lo stato di lavorazione delle istanze presentate e acquisirne l’esito.

Il macro-processo SUDOCO si compone dei seguenti processi:

– processo 1: Procedimenti prodromici all’assolvimento delle formalità doganali;

– processo 2: Controlli contestuali alla presentazione della merce ai fini dell’espletamento delle formalità doganali;

– processo 3: Controlli disposti da altre amministrazioni o organi dello Stato.

 

L’Operatore Economico accede al Portale SUDOCO utilizzando le credenziali SPID e presenta un’istanza per il rilascio di un provvedimento/nulla osta di cui alla tabella A o B del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 novembre 2010, n. 242.

La richiesta viene inoltrata, mediante interoperabilità, all’Amministrazione competente.

L’Operatore Economico presenta la dichiarazione doganale.

ADM, coordina le eventuali attività di controllo da effettuare a cura delle altre Amministrazioni competenti, e, individuato tempo e luogo del controllo, richiede la messa in disponibilità della merce all’Autorità di Sistema Portuale, alla Società di Gestione Aeroportuale o al Gestore della struttura logistica, in base alla tipologia di operazione.

ADM, a seguito dell’esito negativo degli eventuali controlli, svincola la dichiarazione doganale, e si conclude il processo.

I principi su cui si basa il Sudoco sono “once only” e “one stop shop” ovvero la trasmissione delle informazioni da parte dell’operatore economico una sola volta e l’esecuzione delle verifiche da tutte le amministrazioni pubbliche in un unico momento.

Leave a Reply