Sanzioni

Dal 20 giugno nuovi adempimenti per la Russia

By 8 Giugno 2024No Comments

A partire dal 20 giugno 2024, sarà necessaria un’apposita autorizzazione dell’Autorità nazionale – UAMA per continuare a prestare i servizi elencati all’interno dell’art. 5 quindecies del Regolamento (UE) n. 833/2014 in favore di persone giuridiche, entità o organismi stabiliti in Russia che sono di proprietà o sotto il controllo (esclusivo o congiunto) di una persona giuridica, di un’entità o di un organismo registrati o costituiti a norma del diritto di uno Stato membro o di uno dei Paesi partner dell’Unione definiti dal Regolamento (cc.dd “Entità Russe Eleggibili”).
Nello specifico, sarà necessario ottenere l’autorizzazione di UAMA per la prestazione delle seguenti categorie di servizi (congiuntamente definiti “Servizi Ristretti”):

  • servizi contabili, di auditing, compresa la revisione legale dei conti, o di consulenza in materia fiscale ovvero servizi di consulenza amministrativo-gestionale o di pubbliche relazioni;
  • servizi di architettura e ingegneria e servizi di consulenza giuridica e informatica;
  • servizi di ricerca di mercato e sondaggi di opinione, servizi tecnici di prova e analisi e servizi pubblicitari;
  • software gestionale per le imprese e software di progettazione e fabbricazione industriali, come elencati nell’allegato XXXIX al Regolamento (UE) n. 833/2014;
  • assistenza tecnica, servizi di intermediazione o altri servizi connessi ai beni e servizi di cui ai punti sopra elencati.

L’eventuale prestazione di finanziamenti o assistenza finanziaria connessi ai Servizi Ristretti, invece, dovrà essere autorizzata attraverso l’ottenimento di un apposito provvedimento da parte del Comitato di Sicurezza Finanziaria (CSF) del Ministero dell’Economia.
Alla luce di tale scenario, dunque, il mancato ottenimento della dovuta autorizzazione da parte delle Autorità competenti determinerà l’impossibilità di continuare a fornire i Servizi Ristretti a beneficio di Entità Russe Eleggibili.

A tal proposito, ricordiamo che l’obbligo autorizzativo in questione riguarda non solo le persone giuridiche, ma anche le persone fisiche aventi cittadinanza unionale, che pertanto dovranno richiedere apposita autorizzazione per prestare o continuare a prestare i Servizi Ristretti in favore delle Entità Russe Eleggibili.

La richiesta di autorizzazione dovrà essere presentata a UAMA mediante il portale E-licesing.

Il 22 maggio 2024 UAMA ha pubblicato un aggiornamento all’interno del quale ha fornito delucidazioni sulla corretta gestione di alcuni casi particolari e le relative procedure di autorizzazione da seguire.

Qualora necessario, sapete che potete scriverci qui

Leave a Reply