Senza categoria

Classificazione merceologica

By 2 Aprile 2024No Comments

Si riportano di seguito 3 regolamenti di classifica, pubblicati sulla GUCE, che possono essere di aiuto nella miglior comprensione delle regole di classificazione merceologica:

  1. Regolamento 2024/966 del 21 marzo 2024

Articolo in forma di involucro/guscio di tessuto a trama molto fitta, monocolore, composto al 100 % di cotone, delle dimensioni di circa 80 cm x 80 cm. I bordi sono rinforzati con un bordino cucito.

L’articolo presenta un’apertura di circa 25 cm su uno dei bordi per consentirne il riempimento.

L’involucro/guscio è destinato a essere riempito dopo l’importazione, ad esempio con piume e/o lanuggine, dopodiché l’apertura viene chiusa in modo permanente affinché l’articolo diventi un cuscino.

La classificazione è determinata dalle regole generali 1 e 6 per l’interpretazione della nomenclatura combinata e dal testo dei codici NC 6307, 6307 90e 6307 90 98.

La classificazione dell’articolo nella voce 9404 come oggetti letterecci ed oggetti simili è esclusa in quanto l’articolo non ha il carattere essenziale di un articolo completo della voce 9404 ai sensi della regola generale 2 a). Non è ancora imbottito né dotato internamente di alcun materiale.

La classificazione dell’articolo nella voce 6302 come biancheria da letto è esclusa in quanto l’articolo non presenta le caratteristiche e le proprietà oggettive della biancheria da letto della voce 6302, che comprende articoli quali lenzuola, federe per cuscini, copripiumini e coprimaterassi. Tali articoli sono destinati a rivestire, ad esempio, un cuscino o un piumino e possono essere facilmente rimossi da essi in qualsiasi momento.

L’articolo non ha la stessa funzione o utilizzo della biancheria da letto della voce 6302; si tratta di un prodotto di natura diversa, in quanto deve essere riempito e chiuso in modo permanente dopo il riempimento. Il tessuto a trama fitta e il fatto che l’articolo sia chiuso in modo permanente garantiscono che il materiale di riempimento non possa fuoriuscire. Il materiale di riempimento non può essere facilmente rimosso una volta chiuso l’articolo.

A differenza di una federa per cuscino, l’articolo diventa parte integrante del cuscino. Inoltre, l’articolo non è a contatto diretto con l’utilizzatore, in quanto sarà coperto da una federa (la biancheria da letto stessa) prima dell’utilizzo.

Dato che l’articolo non può essere classificato in una voce più specifica della voce 6307, esso deve pertanto essere classificato nel codice NC 6307 90 98 fra gli altri manufatti confezionati di tessuti.

 

  1. Regolamento 2024/965 del 21 marzo 2024: Scarpe

Calzatura avente una tomaia in tessuto felpato (100 % lana) con fodera in materia tessile.

La calzatura ha una suola di plastica. La parte della suola a contatto con il suolo presenta una superficie liscia e uniforme. La suola presenta dieci intagli paralleli da un lato all’altro, sia sul tallone che sulla parte anteriore. La parte anteriore della suola ha uno spessore inferiore rispetto alla parte posteriore.

La calzatura è provvista di lacci per la chiusura. Gli occhielli metallici sono pressati direttamente nel tessuto felpato.

 

La classificazione è determinata dalle regole generali 1 e 6 per l’interpretazione della nomenclatura combinata, dalla nota 4 a) e b) del capitolo 64 della nomenclatura combinata nonché dal testo dei codici NC 6404, 6404 19 e 6404 19 90.

È esclusa la classificazione nel codice NC 6404 11 00 come calzatura da tennis, da pallacanestro, da ginnastica, da allenamento e calzature simili, in quanto la calzatura non è progettata per tali attività sportive né per attività sportive analoghe al tennis, alla pallacanestro, alla ginnastica o all’allenamento. Tali attività sportive presumono corsa, movimenti di salto, girate rapide e arresti bruschi. Pertanto la suola delle calzature destinate a queste attività deve presentare caratteristiche atte ad assorbire gli urti generati dall’impatto di tali movimenti o essere altrimenti idonee a un’attività sportiva specifica. Tali caratteristiche potrebbero consistere per esempio in cuscinetti ad aria o a gas, posti in particolare nella zona del tallone della calzatura per assorbire gli urti. La suola della calzatura non presenta tuttavia nessuna di tali caratteristiche. Gli intagli paralleli conferiscono alla suola una flessibilità ideale per la camminata. Il minor spessore della suola sulla parte anteriore rispetto al tallone contribuisce a favorire il movimento di camminata. Senza ulteriori caratteristiche la suola non è tuttavia idonea alla corsa o al salto.

Il materiale della tomaia è inoltre abbastanza elastico in quanto costituito da tessuto felpato di lana e può cedere a forze laterali importanti nel momento in cui si effettua una girata brusca. Inoltre, poiché gli occhielli non sono rinforzati in alcun modo bensì pressati direttamente nel materiale elastico felpato, il sistema di chiusura non è idoneo ai movimenti bruschi. La lana felpata cederà alle forze a cui è esposta. La tomaia non è quindi progettata per assicurare la stabilità del piede e l’equilibrio nell’esercizio di corsa, salti, girate o arresti improvvisi.

Di conseguenza l’articolo è progettato come calzatura casual da tempo libero per la passeggiata

L’articolo va pertanto classificato nel codice NC 6404 19 90 come «altre calzature con suole esterne di materia plastica e con tomaie di materie tessili».

 

  1. Regolamento 2024/964 del 21 marzo 2024: Smart watch

Un dispositivo da polso a batteria (cosiddetto «smartwatch»), che consiste in uno schermo tattile a colori AMOLED avente dimensioni diagonali di circa 2,8 cm e un cinturino di silicone, confezionato in un insieme per la vendita al dettaglio con il proprio caricabatterie.

Il dispositivo contiene anche:

— 2 MB RAM, 32 MB ROM;

— batteria da 159 mAh;

— accelerometro, giroscopio e sensore ottico per il battito cardiaco;

— connettività Bluetooth 5.1.

Il dispositivo non è munito di scheda eSIM/SIM, né questa può esservi inserita. Non ha la connettività Near Field Communication.

Il dispositivo, senza essere accoppiato a un altro dispositivo, può essere usato per quanto segue:

— indicare ora e data;

— indicare la frequenza cardiaca;

— misurare l’ora delle fasi del sonno;

— contare il numero di passi effettuati;

— registrare la velocità.

Il dispositivo può essere accoppiato o connesso a un altro dispositivo, come uno smartphone («dispositivo ospite») mediante Bluetooth. Dopo l’accoppiamento i dati misurati sono trasmessi al dispositivo ospite per un’ulteriore elaborazione attraverso le sue applicazioni.

Dopo l’accoppiamento il dispositivo consente di usufruire di caratteristiche quali:

— ricevere chiamate telefoniche unicamente con la possibilità di rifiutarle (non è possibile rispondere alle chiamate);

—controllare le notifiche SMS indicando l’anteprima del testo e rispondervi (il dispositivo ha una funzione di risposta rapida per gli SMS con brevi testi predefiniti, non è tuttavia possibile comporre un messaggio integrale personalizzato);

— utilizzare applicazioni di riproduzione musicale sul dispositivo ospite;

—utilizzare diverse funzioni connesse a programmi di salute fisica e attività sportiva;

— monitorare il livello di stress.

La classificazione è determinata dalle regole generali 1, 3 b), 3 c) e 6 per l’interpretazione della nomenclatura combinata («RGI»), dalla nota 1, lettera n) della sezione XVI e dal testo dei codici NC 9102e 9102 12 00.

Lo smartwatch e il caricabatterie sono considerati merci presentate in assortimenti condizionati per la vendita al minuto ai sensi della RGI 3 b). Lo smartwatch è il componente che conferisce il carattere essenziale all’insieme.

Lo smartwatch è un articolo composito progettato con lo scopo di eseguire le funzioni delle voci 8517(apparecchio per la comunicazione), 9029(pedometro), 9031(apparecchio di misura o di controllo) e 9102(orologio da polso).

Lo smartwatch presenta numerose funzioni di altre voci diverse dalla voce 8517, che possono essere fruite senza accoppiamento con un altro dispositivo, quali misurare la frequenza cardiaca, contare il numero di passi effettuati o indicare l’ora e la data. Le diverse funzioni effettuate dallo smartwatch sono ugualmente importanti ai fini del suo utilizzo. Non è di conseguenza possibile determinarne la funzione principale, ossia la componente che conferisce al dispositivo il carattere essenziale ai sensi della RGI 3 b). Lo smartwatch non è pertanto assimilabile all’articolo descritto nel parere di classificazione del sistema armonizzato 8517.62/23.

Di conseguenza lo smartwatch deve esser classificato nel codice NC che, in ordine di numerazione, è posto per ultimo fra quelli che possono essere presi in considerazione ai sensi della RGI 3 c).

Di conseguenza lo smartwatch deve esser classificato nel codice NC che, in ordine di numerazione, è posto per ultimo fra quelli che possono essere presi in considerazione ai sensi della RGI 3 c).

Lo smartwatch è pertanto classificato nel codice NC 9102 12 00come «orologio da polso a funzionamento elettrico, anche con un contatore di tempo incorporato: solamente con indicatore optoelettronico».

Leave a Reply