AEODigitalizzazioneNews

H1: procedura di fall back speciale per i soggetti AEO

By 22 Agosto 2022Ottobre 12th, 2022No Comments

La Circolare n.22/2022 del 6 giugno 2022 ha previsto le modalità operative per il ricorso, nei casi di indisponibilità del sistema informatico doganale, alla procedura di fall back per le operazioni indifferibili e urgenti.

Per gli operatori che hanno una operatività significativa e sono in possesso di particolari requisiti, è possibile accedere ad una ulteriore procedura di fall back speciale che deve essere preventivamente autorizzata dalla Direzione dogane – Ufficio AEO Compliance e grandi imprese.

Pertanto, già da ora, chi fosse interessato può avanzarne richiesta, ma alle seguenti condizioni:

  • effettuare almeno 1.000 dichiarazioni di importazione mensili o almeno 2.000 articoli;
  • possedere l’autorizzazione AEO;
  • avere una adeguata organizzazione del magazzino per consentire l’esecuzione dei controlli della merce;
  • essere in possesso di procedure e di un sistema di controllo interno che permetta di impedire/intercettare la presentazione di dichiarazioni doganali contenenti errori e/o
  • inesattezze e che renda disponibile l’accesso all’Autorità doganale dei flussi;

Passato l’esame dei requisiti oggettivi e soggettivi, la procedura è attuabile non appena ADM comunica l’indisponibilità dei servizi informatici.

I soggetti autorizzati dovranno trasmettere all’Ufficio doganale di presentazione delle dichiarazioni doganali il dettaglio di tutte le spedizioni:

  • iscritte a manifesto (qualora il MMA non sia stato registrato da ADM);
  • iscritte a manifesto con il relativo MRN item assegnato (qualora il MMA sia stato correttamente acquisito da ADM);
  • che sono collegate ad operazioni di transito.

L’Ufficio delle dogane seleziona le partite di merce da sottoporre a controllo e comunica al dichiarante, entro 60 minuti, le spedizioni selezionate.

Il dichiarante provvede all’iscrizione delle operazioni nei propri registri aziendali, attribuendo a ciascuna operazione un identificativo contenente le seguenti informazioni:

  • data di iscrizione (gg/mm/aaaa) che equivale alla data di accettazione;
  • serie (informazione facoltativa di massimo 2 caratteri);
  • numero di registrazione progressivo (massimo 6 cifre).

Il dichiarante quindi:

  • trattiene le partite di merce selezionate per il controllo doganale da parte dell’Ufficio;
  • acquisisce la disponibilità, per il regime richiesto, delle merci non selezionate per il controllo.

Una volta ripristinate le funzionalità di AIDA il dichiarante deve, presentare telematicamente le dichiarazioni doganali a mezzo dei tracciati H corrispondenti indicando, per ciascuna dichiarazione, nei documenti/certificati di testata il certificato 37YY “la dichiarazione si riferisce ad una operazione in cui si è ricorso alla procedura di fall back”, riportando nel campo identificativo le seguenti informazioni relative alla precedente iscrizione sui registri aziendali, separati dal carattere “-“:

  1. data di iscrizione (accettazione) (nel formato gg/mm/aaaa);
  2. serie (se non presente indicare “XX”);
  3. numero di registrazione progressivo[2];
  4. e dovrà inserire nel registro aziendale l’indicazione del MRN corrispondente alla dichiarazione presentata.

Per poter ricorrere alla procedura di fall back speciale, il dichiarante, non appena ricevuta l’autorizzazione a monte, deve prestare, seguendo la consueta procedura delle Customs Decisions, garanzia globale a copertura di più dichiarazioni doganali, oltre alla garanzia giù versata per il luogo approvato import e per il conto di debito!

Attenzione perché se presentate una fideiussione bancaria il dichiarante dovrà presentare una apposita autodichiarazione con la quale assicura la disponibilità dell’importo a garanzia delle operazioni da eseguire in procedura di fall back speciale.

Il controllo della capienza dell’importo è rimesso, all’operatore economico ed è soggetta a verifica concomitante e/o successiva dell’Ufficio doganale competente.

A seguito dell’eventuale pagamento dei diritti doganali, l’Ufficio provvede a svincolare/riaccreditare la garanzia che ha coperto le operazioni di cui alle dichiarazioni iscritte nel registro aziendale

Leave a Reply