EsportazioneImportazioneSanzioni

Restrizioni in Iran a seguito di forniture alla Russia.

By 30 Luglio 2023No Comments

Continua la guerra economica per colpire la Russia visti gli oltre 500 gironi dall’attacco all’Ucraina. Come detto su questo blog in più occasioni l’undicesimo pacchetto di sanzioni, tra gli altri, l’obiettivo strategico di colpire tutte le triangolazioni che sovvenzionano ed aiutano la Russia nella battaglia.

Con il Reg. UE 2023/1529 del 20 luglio 2023 il Consiglio ha adottato la decisione (PESC) 2023/1532 concernente misure restrittive in considerazione del sostegno militare dell’Iran alla guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina. Tale decisione vieta l’esportazione in Iran di componenti utilizzati nella fabbricazione di UAV. Prevede inoltre il divieto di vendita, concessione in licenza o trasferimento, in qualsiasi altro modo, di diritti di proprietà intellettuale o segreti commerciali, così come il riconoscimento di diritti di accesso o di riutilizzo di materiale o informazioni che sono tutelati da diritti di proprietà intellettuale o che costituiscono segreti commerciali, in relazione ai beni e alle tecnologie di cui sono vietati la vendita, la fornitura, il trasferimento o l’esportazione a una persona, un’entità o un organismo in Iran o per un uso in Iran. La decisione prevede altresì il congelamento dei fondi e delle risorse economiche di persone fisiche e giuridiche, entità od organismi che sono responsabili di aver fornito sostegno o di aver partecipato al programma iraniano di UAV, nonché il divieto di mettere fondi e risorse economiche a disposizione di tali soggetti e le persone, le entità e gli organismi oggetto delle misure restrittive sono elencati nell’allegato della stessa.

Quindi, in altre parole, estende i divieti Russia seppur limitati per il momento ad alcune categorie merceologiche anche alle esportazioni verso l’Iran sia dirette che indirette.

Si consiglia pertanto la massima attenzione oltre alla costruzione di un sistema di dovuta diligenza che garantisca il divieto di fornitura anche triangolata con questi paesi.

Conseguenza diretta è l’estensione dei controlli doganali a tutte le transazioni che riguardano i beni elencati nel regolamento 1529/2023.

>> Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti di settore redatti e commentati dai nostri esperti

Leave a Reply