BrexitCommercio InternazionaleDecisioni

UKCA: slitta al 31/12/2024 l’obbligo della marcatura

By 5 Dicembre 2022No Comments

Il Governo Britannico ha annunciato la proroga al 31 dicembre 2024 per l’entrata in vigore dell’obbligatorietà della marcatura UKCA per beni, attrezzature, apparecchi e macchinari destinati al mercato della Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles), prima prevista per il 1° gennaio 2023.
Le aziende italiane potranno perciò continuare a commercializzare i propri prodotti sul mercato inglese anche con la sola marcatura CE, ancora per due anni.
Come è noto, il marchio UKCA (UK Conformy Assessed) è una certificazione equivalente alla marcatura CE nata dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Lo slittamento della sua entrata in vigore non influisce sull’obbligatorietà dell’adeguamento di merci e prodotti a questa conformità per essere esportati sul mercato inglese.
Le motivazioni che hanno portato alla proroga della scadenza sono molteplici. Le principali, citate dal portavoce inglese, fanno riferimento all’attuale situazione economica inglese, al caro energia derivante dal conflitto in Ucraina.
Ci saranno regole diverse per i dispositivi medici, i prodotti da costruzione, le funivie, le attrezzature a pressione trasportabili, i sistemi di aeromobili senza pilota, i prodotti ferroviari e le attrezzature marittime. I dipartimenti governativi responsabili di questi settori stanno prendendo accordi specifici, pertanto vi terremo aggiornati laddove ci siano cambiamenti di sorta.

Rimani sempre aggiornato/a sulle ultime decisioni in tema di dogana e commercio internazionale.

Iscriviti alla newsletter di C-Trade

Leave a Reply