DigitalizzazioneNews

Nuove funzionalità Trader Portal EU – Customs Decision System (CDS)

By 23 Ottobre 2022No Comments

Con la circolare 33/2022, l’ADM rende note le nuove funzionalità del customs decision system rese fruibili dalla nuova release 1.29.
Nello specifico:

  • Effetto retroattivo
    È possibile inserire, per le istanze di Perfezionamento attivo (IPO), Perfezionamento passivo (OPO), Uso Finale (EUS) e Ammissione temporanea (TEA), la validità retroattiva fino a 12 mesi precedenti l’ottenimento dell’autorizzazione per una prima istanza e triennale per istanze di rinnovo.
  • Ritiro delle modifiche
    È ora possibile ritirare le richieste di modifica fino a quando l’amministrazione non avrà preso la sua decisione finale.
  • Avviso di notifiche
    l’operatore economico ha la possibilità di ricevere una e-mail ogniqualvolta riceve una notifica sul TP. Per poter utilizzare questa funzionalità, è necessario accede alla sezione “Preferenze dell’operatore” del TP, indica l’indirizzo e-mail al quale desidera ricevere le notifiche e la lingua delle notifiche, seleziona “Si” al campo “Avviso via email di nuove notifiche” e clicca sul pulsante “Salva” / “Save”.
  • Validità
    Si rammenta che le autorizzazioni ACE, ACR, ACT e SSE sono valide esclusivamente nello Stato Membro che le ha emesse. Di conseguenza, nella compilazione delle istanze e delle autorizzazioni di questo tipo il campo “Identificazione della validità geografica nell’Unione” deve essere impostato al valore 3.
    Mentre il regime di transito coinvolge tutti i Paesi dell’Unione Europea, l’autorizzazione CGU destinata ad essere utilizzata nel contesto del regime di transito deve essere valida in tutti gli Stati Membri. Pertanto, nella compilazione delle istanze e delle autorizzazioni di questo tipo il campo “Identificazione della validità geografica nell’Unione” deve essere impostato al valore “1”. A tal proposito è necessario impostare una CGU separata per i regimi che hanno validità in più stati rispetto a quelle che hanno valore in un solo stato.
  • Soggetto non residente
    È possibile presentare delle istanze (IPO, DPO, EUS, TEA) anche se non si è un soggetto residente in UE, ma i requisiti vengono verificati manualmente dall’amministrazione.

Il trader portal è il sistema del futuro, pertanto è opportuno che le aziende inizino ad usarlo al fine di monitorare le proprie richieste e le attività dei loro rappresentanti.

C-Trade eroga formazione operativa sull’utilizzo del sistema doganale.

Contattaci per richiedere la nostra consulenza e formazione aziendale.

Leave a Reply