DigitalizzazioneDogana

Pubblicato il nuovo programma di lavoro della Commissione sulle tematiche doganali

By 4 Gennaio 2024No Comments

Con la Decisione 2879/23 del 15 dicembre scorso la Commissione ha aggiornato il programma di lavoro per consentire agli Stati membri di ultimare le interazioni informatiche.

È necessario segnalare le novità che ci vedranno coinvolti in quest’anno, al netto di quelle già avviate (reingegnerizzazione export):

  1. Prova della posizione unionale delle merci (PoUS) nell’ambito del CDU

Il progetto mira a creare un nuovo sistema transeuropeo per archiviare, gestire e recuperare le prove della posizione unionale delle merci T2L/F e il manifesto doganale delle merci (rilasciato da un emittente non autorizzato).

Poiché l’attuazione del manifesto doganale delle merci va collegata all’interfaccia unica marittima europea, tale parte del progetto sarà trattata nella fase 2.

Go live fase 1:  1.3.2024 mentre la fase 2 sarà conclusa entro il 15.08.2025

 

  1. Sdoganamento centralizzato all’importazione (CCI) nell’ambito del CDU

Questo progetto mira a far sì che le merci siano vincolate al regime doganale utilizzando lo sdoganamento centralizzato, che consente agli operatori economici di centralizzare le loro attività da un punto di vista doganale. Il trattamento della dichiarazione doganale e lo svincolo fisico delle merci dovrebbero essere coordinati tra i relativi uffici doganali. Si tratta di un sistema transeuropeo contenente componenti sviluppati a livello centrale e nazionale.

Il progetto sarà attuato in due fasi.

Fase 1: tale fase riguarderà lo sdoganamento centralizzato con dichiarazioni doganali normali e potrà riguardare lo sdoganamento centralizzato con dichiarazioni doganali semplificate e le rispettive dichiarazioni complementari generali o periodiche (di regolarizzazione di una dichiarazione doganale semplificata). Inoltre coprirà il vincolo delle merci a uno dei seguenti regimi doganali: immissione in libera pratica, deposito doganale, perfezionamento attivo e utilizzo finale. Per quanto riguarda il tipo di merci, questa fase coprirà tutti i tipi di merci, fatta eccezione per le merci sottoposte ad accisa, le merci unionali nell’ambito degli scambi con territori fiscali speciali e le merci soggette a misure di politica agricola comune.

Fase 2: l’obiettivo di questa fase è quello di attuare tutte le funzionalità nell’ambito completo del CCI: dichiarazioni semplificate e complementari (se non attuate nell’ambito della fase 1), dichiarazioni doganali mediante l’iscrizione nelle scritture del dichiarante e dichiarazioni complementari riepilogative (che regolarizzano più di una dichiarazione doganale semplificata o più di una iscrizione nelle scritture del dichiarante), vincolo al regime di ammissione temporanea, merci sottoposte ad accisa, merci unionali nell’ambito degli scambi con territori fiscali speciali e merci soggette a misure di politica agricola comune.

Go live della fase 1:  1.7.2024 mentre la fase 2 sarà conclusa entro il 2.06.2025

 

  1. Gestione delle garanzie (GUM) nell’ambito del CDU

Il progetto mira a garantire la gestione efficace ed efficiente dei diversi tipi di garanzia.

Componente 1 – «GUM»: la componente centrale del sistema transeuropeo riguarderà la gestione delle garanzie globali che possono essere utilizzate in più di uno Stato membro. Sarà attuata nel sistema relativo alle decisioni doganali nell’ambito del CDU e si interfaccerà con una componente nazionale (cfr. componente 2) per il controllo dell’importo di riferimento. Tale importo di riferimento può riguardare ogni dichiarazione doganale, dichiarazione complementare o altra adeguata informazione sulle indicazioni necessarie per il controllo degli importi di riferimento delle garanzie globali per la custodia temporanea e tutti i regimi doganali conformemente al CDU, escluso il transito che è gestito nel quadro del progetto relativo al nuovo sistema di transito informatizzato.

Componente 2 – «Gestione nazionale delle garanzie»: questa componente sarà attuata attraverso un sistema elettronico nazionale in cui saranno registrate e gestite le garanzie globali valide in più di uno Stato membro e ne sarà controllato l’importo di riferimento. Sarà utilizzata anche per altre garanzie.

La componente si connetterà con i sistemi nazionali di dichiarazione doganale ogni volta che nella dichiarazione doganale sono invocate le garanzie e, in caso di garanzie globali, dovrà recuperare i dati commerciali pertinenti dalla rispettiva autorizzazione per fornire una garanzia globale.

Go live della fase 1: 11.3.2024 mentre la fase 2 sarà conclusa entro il 2.06.2025

 

<<<<< Per restare informato iscrivi alla nostra News letter e scrivici

Leave a Reply