DigitalizzazioneDoganaEsportazione

Rinviata a maggio la reingegnerizzazione dell’export

By 15 Dicembre 2022No Comments

Due mesi di proroga per l’avvio definitivo della reingegnerizzazione dei processi di export e transito; due mesi in più per gli operatori, quindi, per testare in ambiente di prova i nuovi tracciati, che la dogana consiglia di visualizzare periodicamente sul proprio sito, per essere sempre informati sugli aggiornamenti e sulle novità telematiche.

Con una nota dello scorso mese di agosto l’Agenzia ADM aveva fissato al 1° marzo l’entrata in vigore definitiva delle nuove dichiarazioni di esportazione e transito; ma, al momento, “In considerazione dell’andamento dei test condotti dagli operatori economici, tenuto conto del numero e dell’esito degli stessi, nonché degli aggiornamenti apportati ai tracciati dei messaggi e dell’adeguamento alle nuove versioni della documentazione unionale, si ritiene opportuno posticipare talune milestones della road map di adesione alle fasi funzionali”; per evitare passi falsi in partenza, l’esperienza fatta con il processo di importazione ha consigliato un immediato spostamento in avanti dell’avvio del nuovo sistema.

Queste le nuove date da non dimenticare: entro il prossimo 28 febbraio gli operatori potranno effettuare, in ambiente di addestramento, i test di connessione e di conformità ai nuovi servizi “Export” e “Transito”; dal 1° marzo al 7 maggio 2023 gli operatori potranno aderire, in ambiente reale, alle nuove fasi funzionali dei servizi export e transito; dall’8 maggio 2023 i nuovi tracciati saranno obbligatori per tutti. Sempre che non intervengano altre proroghe.

>> Vai a Tutte le News

Leave a Reply