DigitalizzazioneDoganaNews

La trasformazione digitale della dogana Svizzera

By 31 Ottobre 2022No Comments

Anche la Svizzera è in una fase rivoluzionaria e moderna delle attività doganali. Il programma
DaziT iniziato a gennaio 2018 ha adottato molteplici soluzioni digitali che hanno semplificato le
procedure doganali velocizzando il passaggio delle mere dal confine. Allo stesso tempo, la
digitalizzazione migliora l’efficienza e l’efficacia dei controlli effettuati dall’UDSC ovvero Ufficio
federale della dogana e della sicurezza dei confini.
La riduzione dei costi amministrativi per l’economia e l’aumento della sicurezza della Svizzera
sono due degli obiettivi principali del programma DaziT.
La digitalizzazione procede velocemente coinvolgendo anche i Paesi limitrofi ed il progetto
DaziT è molto ambizioso.
L’attuale fase del processo di digitalizzazione prevede l’integrazione della Svizzera nel SET,
Servizio europeo di telepedaggio (European Electronic Toll Service EETS) che permette di
effettuare i pagamenti in forma digitale della tassa sul traffico pesante commisurata alle
prestazioni (TTPCP).
A livello doganale, le applicazioni Activ e Periodic facilitano il passaggio della frontiera senza
l’obbligo per l’autista di dover scendere dal proprio veicolo. L’ultima novità, messa in opera in
stretta collaborazione con l’Italia, permette di eliminare un’importante barriera cartacea sulla
via della digitalizzazione. La scheda di circolazione che finora doveva essere compilata a
mano su carta alla frontiera da ogni trasportatore ora non è più necessaria. Per gli utenti che
utilizzano le nuove soluzioni digitali è stata aperta una via di accesso rapida, tenendo conto
delle possibilità geografiche locali.
Le nuove procedure implementate a Stabio e a Chiasso hanno già dato ottimi risultati.
Ad oggi, più del 40 percento dei transiti avviene già utilizzando la via di accesso rapida in
entrambi i valichi. Ora questi trasporti di merci non devono più fermarsi alla Dogana per le
procedure amministrative, ma solo in caso di controllo.

Leave a Reply